Iscrizioni UDINE 8

ISCRIZIONI 2015/2016

RIAPRONO LE ISCRIZIONI!

L’anno scout riaprirà a breve, rincominceranno le attività per i nostri ragazzi! E tu vuoi fare parte del nostro gruppo??

Forza, CAMMINA CON NOI!

Il Gruppo Scout Udine 8 accetta iscrizioni per branche LUPETTI-REPARTO-CLAN!

Guarda un simpatico video di youtube:

 

 

I nostri ragazzi hanno passato bellissime esperienze durante l’anno passato e i campi estivi, ora sono pronti ad accogliere anche TE!!

Dai un’occhiata alla nostra descrizione:

UDINE 8

Descrizione delle branche e del gruppo SCOUT UDINE 8

 

Il nuovo anno scout si preannuncia carico di attività avventurose.

Non esitare, contattaci via mail, anche solo per provare! È un’esperienza da non ignorare!!

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL!!

 

Buona Caccia e Buona Strada!

One Way - Route Nazionale 2014

…e di nuovo Route Nazionale

Il web è pieno di possibilità per rimanere informati sulla Route Nazionale, ormai prossima, e tanti sono gli approfondimenti. Le informazioni che potete ricavare dal sito ufficiale soddisfano ogni curiosità, o quasi… per il resto vi indichiamo i link di cui prendere visione.

Sito Ufficiale della Route Nazionale: http://www.routenazionale.it

Un’ampia rassegna di atti di coraggio si può scoprire su: http://stradedicoraggio.it

Proposto dalla nostra Regione, già inviata a tutti i Capi tramite mailing list, un documento  – a cui vi rimandiamo se vi fosse sfuggito – da leggere per conoscere meglio quando è perché è nata l’idea di questo grande evento: Questa Route è anche mia!

Di newsletter in newsletter, vi indichiamo il link all’ultimo numero della newsletter ufficiale della Route Nazionale: http://www.routenazionale.it/wp-content/uploads/newsletter/5-2014/index.html e i link alle precedenti uscite:

Per ultimo, riportiamo il seguente link che vi illustra cosa dice di noi la stampa nazionale: http://www.routenazionale.it/stampa/rassegna-stampa-2/

 

Tratto da NEWSLETTER.AGESCI

Chi dice messa al campo estivo?

Art. 8 – Educazione alla fede

L’annuncio del Vangelo anima e sostiene l’intera proposta educativa dell’Agesci. Le attività dell’unità, il clima in essa creato, lo stile e l’atteggiamento dei capi costituiscono un luogo privilegiato per l’incontro personale con Dio e per il cammino di fede del ragazzo e della ragazza. […] A tal fine, gruppi e unità ricercano rapporti costanti e costruttivi con organismi pastorali delle comunità locali, cui prendono parte nei modi e nei momenti appropriati. Nel fare la proposta di fede nelle diverse età l’Associazione si inserisce nel progetto catechistico della Chiesa italiana, ricono- scendo nel “Catechismo per la vita cristiana” della CEI il principale riferimento per i contenuti da trasmettere e lo stimolo per l’elaborazione di itinerari originali per condurre fanciulli, ragazzi e giovani verso la maturità della fede.

Art. 9 – Itinerari di fede

L’itinerario di fede parte dalle concrete situazioni della vita dei ragazzi e delle ragazze dentro e fuori le attività scout, per portarli a comprendere come la Parola di Dio illumini tutta la realtà della vita per rivelarne il significato umano, religioso, cristiano. L’annuncio di Gesù Cristo presente nella vita della Chiesa in cammino verso il Regno, caratterizza l’itinerario di fede attraver- so le esperienze dell’ascolto della Parola, della preghiera e della celebrazione del mistero, della testimonianza e del servizio. Tale itinerario si inquadra nel progetto educativo di gruppo e si attua nelle tappe della progressione educativa scout attraver- so la proposta di esperienze e la mediazione di simboli che facilitano l’integrazione tra la fede e la vita. Corresponsabili dell’educazione alla fede in Associazione sono capi ed assistente ecclesiastico, chiamati ad essere testimoni della fede, secondo il loro specifico ministero nella Chiesa. Il servizio diviene efficace e fecondo attraverso l’esemplarità delle scelte e dei comportamenti; ciò presuppone un atteggiamento interiore di crescita e specifici momenti individuali e comuni- tari di formazione spirituale.

Tratto da “Regolamento metodologico AGESCI”

 

L’Arcivescovo, dopo l’incontro di zona di inizio anno, desidererebbe visitare i campi estivi e celebrare insieme la S. Messa. Per verificare le date e mettervi d’accordo con lui, potete contattare direttamente la sua segreteria. È veramente un’occasione imperdibile anche per la sua storia personale vicina al mondo scout.

Per richiedere la visita dell’Arcivescovo, chiamare il suo Segretario e Cerimoniere Gazzetta don Marcin.
Tratto da NEWSLETTER.AGESCI, tutti i diritti riservati.
Andreis

Base Scout ANDREIS

Base scout di Andreis Casa degli scout “Ezio Migotto”

La Base Scout di Andreis da oggi porterà il nome di “Casa degli scout Ezio Migotto”.
Col nome “casa” vogliamo ricordare la familiarità con cui Ezio ha intessuto relazioni con le comunità locali. Ci lascia un’eredità non solo di strutture, ma soprattutto di relazioni che per primo ha saputo instaurare. Ogni luogo è vissuto se ci sono relazioni. La pianura e la montagna hanno trovato in lui una persona che ha intessuto rapporti così stretti da far diventare una base scout una casa del paese, un luogo di incontri che amplia le relazioni familiari della valle.
Ezio da uomo di pianura è diventato per tutti noi “una montagna”.
Una montagna di umanità, una montagna di conoscenza, una montagna di ricchezza umana testimoniata da tantissime persone che lo ricordano.

Vogliamo ricordare
Ricordare Ezio, uomo saggio e forte, uomo che ha saputo affrontare le difficoltà della vita con spirito di avventura e di scoperta. Un uomo che ha vissuto profondamente la sua promessa scout facendo diventare la sua vita una continua sfida di ricerca e costruzione del bene per la via più difficile: l’educazione.

Vogliamo ringraziare
Ringraziare Ezio per tutto quello che ha dato a ciascuno di noi. Non ci ha lasciato solo in eredità la custodia delle strutture della base scout di Andreis, ci ha lasciato l’impegno a continuare a far fiorire il gusto delle relazioni belle e costruttive con la gente di montagna, con il mondo della scuola ed il mondo dell’educazione. Ezio ha dedicato ai ragazzi ed alla loro educazione le energie più intense della sua esistenza. Nel dedicare a lui la Base, vogliamo esprimergli il nostro grazie.

Vogliamo affidare
Affidare a lui, come ad un angelo custode che ci segue dal cielo, la cura della base. Il Signore, nella sua immensa bontà, se lo tiene sicuramente accanto poiché è stata persona che ha dedicato tutta l’esistenza a servizio dei fratelli. Non ce lo immaginiamo Ezio senza far niente. Per il futuro sicuramente sarà un infaticabile angelo custode di questi luoghi.
O Signore,
oggi per noi è una giornata particolare.
Affidiamo a te il nostro ricordo di Ezio, 
uomo che ha saputo camminare al nostro fianco indicandoci la strada
ed aiutandoci a guardare sempre oltre.
Ti chiediamo di accoglierlo fra le Tue braccia
così che possa godere della luce alla quale ha aspirato in vita.
Ti chiediamo anche di lasciare 
che ci guardi e ci protegga,
ci stimoli e ci rinvigorisca quando siamo più deboli
per continuare ad accompagnarci sulla Tua strada.

O Signore,
proteggi questa casa.
Con presunzione la riteniamo fondata sulla roccia.
Solida perché frutto di fatiche e condivisione,
feconda perché strumento di accoglienza e di sogno.
Con Ezio l’abbiamo cercata, costruita e valorizzata.
Dedicandogliela 
la affidiamo a Te, alla Tua custodia.
Aiutaci a perseverare nella sua cura,
ad esaltarne sempre la funzione dell’incontro,
a collaborare con serenità perché sia
luogo di educazione, formazione e speranza
come anche Ezio ha voluto.

O Signore,
custodisci questa valle.
Abitare le terre alte è una sfida quotidiana
a cercare il bello e il possibile anche fra le asperità.
E’ un invito a vivere la diversità e la difficoltà
con tutti e cinque i sensi
per crescere nuovi e più forti,
guidati dall’amore e dalla pazienza che ci hai insegnato,
ispirati dalla bellezza che anche Ezio ha cercato 
in questi paesaggi parlanti.
Proteggi chi qui abita
che ci accoglie ogni giorno come suo fratello.
Aiutaci a condividere questo dono
per essere, come Ezio, buoni cittadini e cristiani.

Amen

 

Ricordando Ezio

In memoria del fratello Ezio Migotto, che tanto ha dato allo scautismo regionale, domenica 6 luglio alle ore 16.00 verrà celebrata una messa di suffragio nel luogo in cui, impegnato nel suo ultimo servizio, è venuto a mancare. Tutti sono invitati al posto campo denominato Pinedo Grande a Pinedo di Claut.

Tratto da agesci

CittadiniCoraggiosi

Cittadini Coraggiosi

Cittadini Coraggiosi

È online il “catalogo dei video” prodotto dai Rover e le Scolte della nostra Regione.
CITTADINI CORAGGIOSI è uno strumento online per la conoscenza, diffusione e condivisione di storie di ordinario coraggio.
Realizzato per raccogliere i video prodotti dai nostri ragazzi nell’ambito dei lavori per la Route Nazionale, il sito si rivolge a tutti i cittadini e in particolare ai giovani, di età compresa tra i 16 e i 21 anni, che abbiano voglia di confrontarsi con i temi del coraggio e della cittadinanza attiva.
Invitiamo le Comunità R/S a raccontarci le loro Azioni di Coraggio, inviando contributi a stampa@fvg.agesci.it

Il sito è visitabile all’indirizzo web http://www.cittadinicoraggiosi.it

DammiUn5_2014

Dammi un 5 2014 …vivi chi sei!

Il Circolo Culturale e Ricreativo Nuovi Orizzonti in collaborazione con Libero Atletico Rizzi A.S.R., AGESCI Gruppo Udine 8, ARACON, Il Poliedro, Associazione Le foglie, Udine United, Istituto Comprensivo di Codroipo, 1 Istituto Comprensivo di Udine, Associazione Culturale SAN LAZZARO, Fondazione “Casa dell’Immacolata di don Emilio de Roja”, Kaleidoscienza, Legambiente Circolo di Udine, U.S. Basket Time, Comunità Cristiana di San Domenico, Parochie dai Ris, www.incros.it, Coop Consumatori Nordest – Distretto Sociale di Udine, Comune di Udine – Dip. Servizi alla Persona e alla Comunità – 2° Circoscrizione Rizzi – S. Domenico – Cormôr – S. Rocco, Provincia di Udine, organizzano:
Dammi un 5 2014 …vivi chi sei!

Sabato 24/5/2014
ore 15.30 – Parco «A. Desio» – via Val d’Arzino Udine
la Miniolimpiade!
Pomeriggio di Giochi 6-14 anni con maglietta ricordo!

Cal

Calendario

Prossime attività del Gruppo Scout UDINE 8 dal CALENDARIO:

 

L’ anno sta volgendo quasi al termine, Sabato e Domenica appena passati i nostri ragazzi sono stati impegnati in eventi di zona (i LUPETTI alla Caccia di Primavera e il REPARTO ai giochi di S. Giorgio, entrambi a Spilimbergo (PN)), appuntamenti che come ogni anno segnano che la primavera e l’ avvicinarsi della chiusura dell’ anno scout, poi i preparativi dei campi etc… .

Ecco quindi il riepilogo deglle attività:

Oltre ai vari campi di formazione disseminati in tutta Italia per i Soci Adulti (CAPI) del Gruppo.

C’è già un’ipotesi anche per la data di apertura, che sarà (salvo imprevisti) il 27 e il 28 Settembre 2014.

 

Il tutto si può vedere nel nostro calendario pubblico:

 

Rimani aggiornato sulle attività del gruppo seguendoci sui maggiori social network e/o iscrivendoti alla newsletter del gruppo sul sito!

S. Giorgio Patrono degli Scout.

San Giorgio 2014

San Giorgio 2014

 

San Giorgio è da sempre considerato santo patrono degli Scout e delle Guide. Questo non per le origini inglesi del movimento, bensì per la simbologia a lui legata dei cavalieri e del bene che sconfigge il male.
Il 23 aprile ricorre la festa di San Giorgio, patrono degli scout, e molti gruppi sono impegnati in celebrazioni e incontri, che culmineranno con il rinnovo della Promessa. Nei pressi di questa data spesso vengono organizzate attività intergruppo chiamate Campo San Giorgio, che, nella nostra zona (UDINE), avverrà proprio questo fine settimana, SABATO 10 e DOMENICA 11, evento a cui la nostra staff di Reparto ha dato il suo pieno supporto per l’organizzazione logistica.

S. Giorgio 2014 - EVENTO ZONA UDINE.

S. Giorgio 2014 – EVENTO ZONA UDINE.

 

Cos’è il “San Giorgio”?

La Festa di Primavera, San Giorgio viene festeggiata con attività all’insegna del gioco, della fratellanza scout e dell’avventura. È una festa che dura dai due ai tre giorni, durata che può variare dalle tradizioni, dal programma di zona, e da motivi di studio o lavoro. Durante l’evento le squadriglie di ogni reparto della zona interessata competono tra loro in sfide di tecniche scout che avranno preparato dall’inizio delle attività (Settembre-Ottobre) fino a quel momento. Molto spesso in segno di fratellanza (la quarta legge dice : “Sono amici di tutti e fratelli di ogni altra Guida e Scout”) due o più squadriglie di reparti diversi, partecipano assieme come conclusione di un gemellaggio di almeno un paio di mesi. Per mantenere alto lo spirito agonistico del San Giorgio, a fine dell’evento viene premiata la squadriglia vincitrice o le squadriglie vincitrici ovvero viene premiata la preparazione di un anno scout con una cerimonia che dichiara la squadriglia o le squadriglie modello della zona.

 

Perché San Giorgio?

San Giorgio è il Santo Patrono della branca E Scout ovvero la fascia d’età 11-16 anni chiamata anche Reparto. Agli Esploratori e alle Guide viene raccontato il leggendario gesto del Patrono, noto anche come Legenda Aurea quando il cavaliere Giorgio salvò la vita della principessa Silene dalle fauci e dalle fiamme di un drago, diventando pertanto il simbolo del coraggio e dell’avventura che dovrebbe caratterizzare gli scout di questa fascia d’età. Da san Giorgio fu ispirato anche Robert Baden-Powell che nel suo libro Scautismo per Ragazzi paragona gli Esploratori ai vecchi cavalieri medievali, o meglio allo spirito cavalleresco. Non a caso prima di una promessa scout è solito prepararsi spiritualmente con una veglia d’armi proprio come i cavalieri prima del giuramento poiché la promessa scout è un unicum nella vita. Baden-Powell diceva “Scout una volta, Scout per sempre”.

 


 

Con le parole di B.-P. sull’ importanza del rinnovare (o meglio “rammentare” come lui stesso sottolinea) la nostra Promessa scout,auguriamo un buon San Giorgio a tutti!

[Per me la festa di San Giorgio è sempre un po’ come un capodanno. Viene all’inizio della stagione estiva, quando la vita riprender dappertutto e la stagione dei campi si accinge a lanciare i nostri ragazzi nell’ambiente più vasto dell’aria aperta.
La maggioranza dei programmi che vedo per il S. Giorgio prevedono il “rinnovo della Promessa scout”; e, a questo proposito vorrei dire che si dovrebbe parlare di rammentare, non tanto di “rinnovare”, la Promessa, giacchè ci aspettiamo che il ragazzo, una volta impegnatosi con la Promessa la ricordi e la rispetti: ma non c’è dubbio che il “rammentarsi” di essa e della Legge scout, è un momento valido e necessario.
Inoltre per i capi la rilettura di Scautismo per ragazzi è estremamente auspicabile in occasione di questa festa. Io stesso so di doverla fare, anche se dovrei conoscere piuttosto bene il contenuto del libro: e spero che altri appartenenti al Movimento si uniscano a me in questa “penitenza” annuale.]
Baden-Powell, in Headquarters Gazette, aprile 1920
(riportato in San Giorgio un santo per gli scouts,
Centro Documentazione Agesci, 2000,
a cura di Paola Dal Toso)
 
Tratto da Agesci.org
               Wikipedia.it