One Way - Route Nazionale 2014

…e di nuovo Route Nazionale

Il web è pieno di possibilità per rimanere informati sulla Route Nazionale, ormai prossima, e tanti sono gli approfondimenti. Le informazioni che potete ricavare dal sito ufficiale soddisfano ogni curiosità, o quasi… per il resto vi indichiamo i link di cui prendere visione.

Sito Ufficiale della Route Nazionale: http://www.routenazionale.it

Un’ampia rassegna di atti di coraggio si può scoprire su: http://stradedicoraggio.it

Proposto dalla nostra Regione, già inviata a tutti i Capi tramite mailing list, un documento  – a cui vi rimandiamo se vi fosse sfuggito – da leggere per conoscere meglio quando è perché è nata l’idea di questo grande evento: Questa Route è anche mia!

Di newsletter in newsletter, vi indichiamo il link all’ultimo numero della newsletter ufficiale della Route Nazionale: http://www.routenazionale.it/wp-content/uploads/newsletter/5-2014/index.html e i link alle precedenti uscite:

Per ultimo, riportiamo il seguente link che vi illustra cosa dice di noi la stampa nazionale: http://www.routenazionale.it/stampa/rassegna-stampa-2/

 

Tratto da NEWSLETTER.AGESCI

Chi dice messa al campo estivo?

Art. 8 – Educazione alla fede

L’annuncio del Vangelo anima e sostiene l’intera proposta educativa dell’Agesci. Le attività dell’unità, il clima in essa creato, lo stile e l’atteggiamento dei capi costituiscono un luogo privilegiato per l’incontro personale con Dio e per il cammino di fede del ragazzo e della ragazza. […] A tal fine, gruppi e unità ricercano rapporti costanti e costruttivi con organismi pastorali delle comunità locali, cui prendono parte nei modi e nei momenti appropriati. Nel fare la proposta di fede nelle diverse età l’Associazione si inserisce nel progetto catechistico della Chiesa italiana, ricono- scendo nel “Catechismo per la vita cristiana” della CEI il principale riferimento per i contenuti da trasmettere e lo stimolo per l’elaborazione di itinerari originali per condurre fanciulli, ragazzi e giovani verso la maturità della fede.

Art. 9 – Itinerari di fede

L’itinerario di fede parte dalle concrete situazioni della vita dei ragazzi e delle ragazze dentro e fuori le attività scout, per portarli a comprendere come la Parola di Dio illumini tutta la realtà della vita per rivelarne il significato umano, religioso, cristiano. L’annuncio di Gesù Cristo presente nella vita della Chiesa in cammino verso il Regno, caratterizza l’itinerario di fede attraver- so le esperienze dell’ascolto della Parola, della preghiera e della celebrazione del mistero, della testimonianza e del servizio. Tale itinerario si inquadra nel progetto educativo di gruppo e si attua nelle tappe della progressione educativa scout attraver- so la proposta di esperienze e la mediazione di simboli che facilitano l’integrazione tra la fede e la vita. Corresponsabili dell’educazione alla fede in Associazione sono capi ed assistente ecclesiastico, chiamati ad essere testimoni della fede, secondo il loro specifico ministero nella Chiesa. Il servizio diviene efficace e fecondo attraverso l’esemplarità delle scelte e dei comportamenti; ciò presuppone un atteggiamento interiore di crescita e specifici momenti individuali e comuni- tari di formazione spirituale.

Tratto da “Regolamento metodologico AGESCI”

 

L’Arcivescovo, dopo l’incontro di zona di inizio anno, desidererebbe visitare i campi estivi e celebrare insieme la S. Messa. Per verificare le date e mettervi d’accordo con lui, potete contattare direttamente la sua segreteria. È veramente un’occasione imperdibile anche per la sua storia personale vicina al mondo scout.

Per richiedere la visita dell’Arcivescovo, chiamare il suo Segretario e Cerimoniere Gazzetta don Marcin.
Tratto da NEWSLETTER.AGESCI, tutti i diritti riservati.
CittadiniCoraggiosi

Cittadini Coraggiosi

Cittadini Coraggiosi

È online il “catalogo dei video” prodotto dai Rover e le Scolte della nostra Regione.
CITTADINI CORAGGIOSI è uno strumento online per la conoscenza, diffusione e condivisione di storie di ordinario coraggio.
Realizzato per raccogliere i video prodotti dai nostri ragazzi nell’ambito dei lavori per la Route Nazionale, il sito si rivolge a tutti i cittadini e in particolare ai giovani, di età compresa tra i 16 e i 21 anni, che abbiano voglia di confrontarsi con i temi del coraggio e della cittadinanza attiva.
Invitiamo le Comunità R/S a raccontarci le loro Azioni di Coraggio, inviando contributi a stampa@fvg.agesci.it

Il sito è visitabile all’indirizzo web http://www.cittadinicoraggiosi.it

Aggiustatutto Libro

Il Libro del Mercoledì – Aggiustatutto

Un piccolo consiglio sui libri utili per i nostri ragazzi, per stimolarli nella lettura, nell’ apprendimento, nella competenze e per poter dar loro una base per vivere al meglio nell’ ambito scout, ma anche nella vita in generale.

Ecco allora i libri che fanno per loro!!

IL LIBRO DEL MERCOLEDÌ di questa settimana è:

AGGIUSTATUTTO

Nella vita di ogni giorno, a casa, in sede, al campo, in viaggio, insomma dappertutto, ho sempre apprezzato la compagnia di una di quelle persone che vengono definite dalle mani d’oro, perché sanno fare di tutto! Molti di loro hanno un talento innato per riparare qualsiasi cosa o trovare soluzioni per qualsiasi necessità, ma non tutti: molti imparano pian piano, con fatica ed applicazione. Ed anche questi ci riescono! Il presente sussidio è dedicato a questa seconda categoria ed insegna, con mille suggerimenti, a diventare abili nel risolvere quei problemini quotidiani, banali, ma sempre presenti. Si parla di attrezzi e di come usarli, si parla di come intervenire su inconvenienti domestici e non: imparerete molto da queste pagine. (www.fiordaliso.it)

Il presente sussidio insegna, con mille suggerimenti, a diventare abili nel risolvere i piccoli problemi quotidiani, ed è un punto di partenza per lavorare su varie specialità, come ARTIGIANO ad esempio,

 

artigiano

oppure a livello più alto, il brevetto di MANI ABILI!

mani_abili

In Reparto i nostri ragazzi tra i 12 e i 16 anni sono chiamati a dimostrare le loro competenze, la loro organizzazione e la loro base di indipendenza al Campo Estivo (che ricordiamo, per il nostro reparto Orione si terrà dal 27 Luglio al 9 Agosto 2014 – seguiranno informazioni), ma il saper arrangiarsi è una cosa che risulta utile anche nella vita quotidiana.

Imparare già da questa età come aggiustare oggetti o fare lavoretti può solo che aiutarli nel loro percorso di vita, e perché no, magari potranno anche aiutare fin da subito i genitori in casa!!

 


 

Al campo i ragazzi saranno messi alla prova tramite ricette semplici e alcune un po’ più complesse, ma comunque sotto lo sguardo attento dei Capi Reparto e dei Cambusieri, che sono a loro disposizione per un supporto in caso di necessità. E allora perché non farsi trovare già preparati?? Istruitevi per bene imparando i trucchi e le idee chiedendo ai vostri genitori, ai parenti, alle guide su internet, ai corsi in tv, ai libri e/o riviste che avete in casa o a questo libro (dedicato proprio ai ragazzi del reparto).

 

Non vogliamo indurre nessuno all’acquisto del libro, ma solo stimolare i ragazzi alla ricerca e alla organizzazione/preparazione per il campo estivo.

 

Chiedete consigli ai Vostri Capi Reparto!!!

Altri materiali disponibili nella pagina MATERIALE UTILE oppure a questo link: http://goo.gl/OxxvKJ

Cucina Squadriglia Libro

Il Libro del Mercoledì – Cucina

Un piccolo consiglio sui libri utili per i nostri ragazzi, per stimolarli nella lettura, nell’ apprendimento, nella competenze e per poter dar loro una base per vivere al meglio nell’ ambito scout, ma anche nella vita in generale.

Ecco allora i libri che fanno per loro!!

IL LIBRO DEL MERCOLEDÌ di questa settimana è:

CUCINA DI SQUADRIGLIA

La cucina è basilare all’interno delle attività scout, una Squadriglia non ne può fare assolutamente a meno; ma c’è modo e modo di renderla veramente funzionale: eseguirla con competenza. Questo sussidio riporta tutta una serie di esempi, suggerimenti, consigli e ricette per far diventare un’arte quella che per alcuni è solo un’inevitabile dovere quotidiano. Non dite che voi non ci riuscirete mai… leggete e cambierete idea! Buon appetito! (www.fiordaliso.it)

Ricette, Trucchi, Suggerimenti, Fantasie, Tecniche, Idee, Materiali, Ingredienti, Pratica, Curiosità, le basi che ogni squadrilglia e soprattutto il cuciniere deve avere!!

Preparazione per la SPECIALITÀ di CUCINIERE in vista di un possibile campetto di specialità: in Friuli, dal 27 al 29 Giugno 2014 alla Base Scout di Torrate (PN).

 

In Reparto i nostri ragazzi tra i 12 e i 16 anni sono chiamati a dimostrare le loro competenze, la loro organizzazione e la loro base di indipendenza al Campo Estivo (che ricordiamo, per il nostro reparto Orione si terrà dal 27 Luglio al 9 Agosto 2014 – seguiranno informazioni), e la cucina è una delle basi per dimostrare quanto sono forti i nostri ragazzi.

Imparare già da questa età come arrangiarsi in cucina può solo che aiutarli nel loro percorso di vita, e perché no, magari potranno anche aiutare fin da subito i genitori in cucina!!

SAPEVATE CHE:

Con il pane del campo si possono ottenere:

  • bruschette;
  • crostini;
  • cubetti tostati;
  • impanature;
  • frittelle.

 

Al campo i ragazzi saranno messi alla prova tramite ricette semplici e alcune un po’ più complesse, ma comunque sotto lo sguardo attento dei Capi Reparto e dei Cambusieri, che sono a loro disposizione per un supporto in caso di necessità. E allora perché non farsi trovare già preparati?? Istruitevi per bene imparando le regole di base e le variazioni sul tema chiedendo ai vostri genitori, ai parenti chef, alle ricette su internet, ai corsi in tv, ai libri e/o riviste che avete in casa o a questo libro (dedicato proprio ai ragazzi del reparto).

 

Non vogliamo indurre nessuno all’acquisto del libro, ma solo stimolare i ragazzi alla ricerca e alla organizzazione/preparazione per il campo estivo.

 

Chiedete consigli ai Vostri Capi Reparto!!!

Altri materiali disponibili nella pagina MATERIALE UTILE oppure a questo link: http://goo.gl/OxxvKJ

S. Giorgio Patrono degli Scout.

San Giorgio 2014

San Giorgio 2014

 

San Giorgio è da sempre considerato santo patrono degli Scout e delle Guide. Questo non per le origini inglesi del movimento, bensì per la simbologia a lui legata dei cavalieri e del bene che sconfigge il male.
Il 23 aprile ricorre la festa di San Giorgio, patrono degli scout, e molti gruppi sono impegnati in celebrazioni e incontri, che culmineranno con il rinnovo della Promessa. Nei pressi di questa data spesso vengono organizzate attività intergruppo chiamate Campo San Giorgio, che, nella nostra zona (UDINE), avverrà proprio questo fine settimana, SABATO 10 e DOMENICA 11, evento a cui la nostra staff di Reparto ha dato il suo pieno supporto per l’organizzazione logistica.

S. Giorgio 2014 - EVENTO ZONA UDINE.

S. Giorgio 2014 – EVENTO ZONA UDINE.

 

Cos’è il “San Giorgio”?

La Festa di Primavera, San Giorgio viene festeggiata con attività all’insegna del gioco, della fratellanza scout e dell’avventura. È una festa che dura dai due ai tre giorni, durata che può variare dalle tradizioni, dal programma di zona, e da motivi di studio o lavoro. Durante l’evento le squadriglie di ogni reparto della zona interessata competono tra loro in sfide di tecniche scout che avranno preparato dall’inizio delle attività (Settembre-Ottobre) fino a quel momento. Molto spesso in segno di fratellanza (la quarta legge dice : “Sono amici di tutti e fratelli di ogni altra Guida e Scout”) due o più squadriglie di reparti diversi, partecipano assieme come conclusione di un gemellaggio di almeno un paio di mesi. Per mantenere alto lo spirito agonistico del San Giorgio, a fine dell’evento viene premiata la squadriglia vincitrice o le squadriglie vincitrici ovvero viene premiata la preparazione di un anno scout con una cerimonia che dichiara la squadriglia o le squadriglie modello della zona.

 

Perché San Giorgio?

San Giorgio è il Santo Patrono della branca E Scout ovvero la fascia d’età 11-16 anni chiamata anche Reparto. Agli Esploratori e alle Guide viene raccontato il leggendario gesto del Patrono, noto anche come Legenda Aurea quando il cavaliere Giorgio salvò la vita della principessa Silene dalle fauci e dalle fiamme di un drago, diventando pertanto il simbolo del coraggio e dell’avventura che dovrebbe caratterizzare gli scout di questa fascia d’età. Da san Giorgio fu ispirato anche Robert Baden-Powell che nel suo libro Scautismo per Ragazzi paragona gli Esploratori ai vecchi cavalieri medievali, o meglio allo spirito cavalleresco. Non a caso prima di una promessa scout è solito prepararsi spiritualmente con una veglia d’armi proprio come i cavalieri prima del giuramento poiché la promessa scout è un unicum nella vita. Baden-Powell diceva “Scout una volta, Scout per sempre”.

 


 

Con le parole di B.-P. sull’ importanza del rinnovare (o meglio “rammentare” come lui stesso sottolinea) la nostra Promessa scout,auguriamo un buon San Giorgio a tutti!

[Per me la festa di San Giorgio è sempre un po’ come un capodanno. Viene all’inizio della stagione estiva, quando la vita riprender dappertutto e la stagione dei campi si accinge a lanciare i nostri ragazzi nell’ambiente più vasto dell’aria aperta.
La maggioranza dei programmi che vedo per il S. Giorgio prevedono il “rinnovo della Promessa scout”; e, a questo proposito vorrei dire che si dovrebbe parlare di rammentare, non tanto di “rinnovare”, la Promessa, giacchè ci aspettiamo che il ragazzo, una volta impegnatosi con la Promessa la ricordi e la rispetti: ma non c’è dubbio che il “rammentarsi” di essa e della Legge scout, è un momento valido e necessario.
Inoltre per i capi la rilettura di Scautismo per ragazzi è estremamente auspicabile in occasione di questa festa. Io stesso so di doverla fare, anche se dovrei conoscere piuttosto bene il contenuto del libro: e spero che altri appartenenti al Movimento si uniscano a me in questa “penitenza” annuale.]
Baden-Powell, in Headquarters Gazette, aprile 1920
(riportato in San Giorgio un santo per gli scouts,
Centro Documentazione Agesci, 2000,
a cura di Paola Dal Toso)
 
Tratto da Agesci.org
               Wikipedia.it
284638_487716557906109_274184799_n

Scoutismo in Friuli (1915 – 1980)

Scoutismo in Friuli (1915-1980)

Uniforme con distintivi Pradamano

Mostre per il 50º del Pradamano e dello Scoutismo dal 1915 al 1980

Mostra sullo scoutismo friulano a cura del Centro Documentazione Scout di Udine.
La mostra è stata allestita nella sede scout del gruppo di Pradamano, in concomitanza dell’anniversario di fondazione del gruppo scout.

Quattro sezioni:

  • Scoutismo Friulano 1915-1980 attraverso fotografie, documenti, oggetti e libri (maggior parte originali);
  • immagini e testi raccontano i contenuti dello scoutismo;
  • diari di bordo, riviste scout, cartine topografiche, cliché di stampa ed altri oggetti;
  • Storia dello scoutismo attraverso il mutare degli oggetti d’uso degli scout nel tempo  (gavette, torce elettroniche, lanterne, sacchi a pelo, zaini,…).

VIDEO:

https://www.facebook.com/photo.php?v=773319946012434&set=o.137187383121453&type=2&theater

FOTO:

https://www.facebook.com/events/137187383121453/

http://www.fvgagesci.it/documentazione/Centro_Documentazione_Scout/pagina_storia_scout.html


L’idea di un Centro Documentazione Scout a Udine nasce in

occasione dell’ottantesimo anniversario dello scoutismo cittadino quando, andando alla ricerca dei documenti ( censimenti, diari di branco, rapporti di pattuglia,foto e via dicendo) ci siamo accorti che tanta della storia scout locale si è frammentata in mille rivoli custoditi personalmente dai capi che negli anni

hanno dato il loro contributo alle attività.

Il sogno era quello di riuscire, nel tempo, a dare vita ad un polo di

raccolta e studio dei documenti scout.

Dai primi mesi del 2007 il sogno si è concretizzato con l’apertura di un

centro dove, ogni sabato mattina (dalle 10,00 alle 12.30) siamo presenti,

al lavoro.

Documenti Storici

Documenti Storici

Manualità e fantasia

Manualità e fantasia

Zaini e Saccoapelo

Zaini e Saccoapelo

Riviste Scout

Riviste Scout

Distintivi Scout

Distintivi Scout

Uniformi Scout

Uniformi Scout

 

Pista e Fazzelettoni Pradamano

Pista e Fazzelettoni Pradamano

Taccuino di bordo

Taccuino di bordo

 

Jamboree

Jamboree

Scout Internazionali

Scout Internazionali

Pradamano internazionale

Pradamano internazionale

Attrezzature Storiche

Attrezzature Storiche

Porta guidoni Pradamano

Porta guidoni Pradamano

 

La mostra è rimasta aperta con orario 12,30 -23,00 presso la sede scout del gruppo Pradamano 1°  nei giorni di:
– venerdì 25 aprile
– sabato 26 aprile
– domenica 27 aprile
– giovedì 1 maggio
– venerdì 2 maggio
– sabato 3 maggio
– domenica 4 maggio
In concomitanza si è svolta l’anniversario del gruppo Scout di Pradamano.

 


 

Centro Documentazione Scout

ha sede nei locali della della cooperativa Scout Aquileia in via

Cormor Alto 29/3 a Udine
 

http://www.fvgagesci.it/documentazione/Centro_Documentazione_Scout/centro_documentazione_scout_udine.html

eg2

Schede Personali E/G

Schede Personali E/G


sentiero

Seguire tanti ragazzi e ragazze, tenere a mente le caratteristiche di ognuno e la loro personalità, le loro competenze, il loro percorso di formazione e di crescita non è così facile come sembra.

Ecco che allora le SCHEDE di SENTIERO e di SPECIALITÀ cercano di dare un aiuto ai Capi e soprattutto ai ragazzi, senza però essere prese come risoluzione di tutti i problemi.

Servono per annotare il sentiero E/G, permettendo una maggiore continuità e unitarietà d’ azione dalla Promessa al passaggio in branca R/S.

Due copie, una personale (da tenere come promemoria nel proprio quaderno/agenda/mini-raccoglitore) e una da consegnare ai capi!

Le trovate nella cartella pubblica del materiale di gruppo, nella sezione del REPARTO: http://goo.gl/y69Mxj

#Scheda_Sentiero_A5

#Scheda_Specialita_A5

 

 

ll Sentiero è l’insieme di due sistemi:
  • da un lato il sistema delle Tappe, con il quale la crescita dei ragazzi viene come divisa in parti in modo che sia facilitata ad ognuno la consapevolezza del passaggio dalla fanciullezza alla gioventù;
  • dall’ altro il sistema mete/impegni, con il quale il cammino personale trova attuazione per mezzo di esperienze concrete da vivere e verificabili da se stessi e dal proprio gruppo di riferimento.

Attraverso questi due sistemi che si integrano nel proprio Sentiero, l’E/G è chiamato a diventare protagonista della propria crescita; a prendere consapevolezza che la crescita può essere orientata e sostenuta dal proprio personale sforzo.

ll Sentiero di ogni esploratore e guida è scandito in Reparto da tre tappe:
- Scoperta
- Competenza
- Responsabilità
Le tappe non sono vincolate all’età dei ragazzi.
Ognuna di esse, ispirandosi a momenti successivi di maturazione della personalità dei ragazzi e delle ragazze, ne sottolinea un aspetto predominante che
non esclude tuttavia gli altri, ugualmente presenti all’interno del percorso di ogni tappa.
ll sentiero si vive in reparto e in squadriglia. Il clima in cui si colloca il sistema delle mete degli impegni è quello di una vita di squadriglia, di reparto e di alta squadriglia incentrata sul fare, scandita da imprese e orientata a rendere gli E/G protagonisti attivi di quanto vivono.

 



 

Progressione personale

La progressione personale (PP) consiste nel graduale miglioramento che ogni ragazzo/a consegue all’interno del suo cammino scout, della famiglia e della società, raggiungendo, attraverso attività e prove di crescente difficoltà ed impegno, una serie di traguardi, dimostrando così una sempre maggiore maturità. È “personale” in quanto ogni singolo individuo è protagonista attivo di questi suoi miglioramenti, scegliendo in prima persona tra le varie possibilità offerte nelle attività scout, in base alle proprie preferenze ed inclinazioni. Con la progressione vengono stabiliti degli obiettivi, man mano sempre più impegnativi, cui i giovani devono costantemente tendere.

La PP, pur presentando caratteristiche diverse nelle varie branche, adatte alle relative fasce d’età, è globale, nel senso che va programmata e verificata dai capi a livello di gruppo, da quando il bambino/a si iscrive per la prima volta fino a quando prende la partenza, diventando un uomo o una donna che ha compreso lo spirito della legge e della promessa e si impegna per essere un “buon cittadino”. Momenti forti della PP sono i passaggi da una branca all’altra, con i quali ci si lascia alle spalle un pezzo di percorso e se ne intraprende uno completamente nuovo.

La progressione personale, inoltre, è globale perché tiene conto di tutti gli aspetti della vita dell’individuo e tende sia ad accrescerne le potenzialità sia a diventare consapevoli dei propri limiti, cercando però di superarli quando ciò è possibile. Con la PP si devono infatti toccare tutti i quattro punti fondamentali di B.-P. previsti dal metodo scout, più la dimensione spirituale.

Momenti importanti sono le verifiche del proprio cammino personale, che spesso vengono effettuate nel corso di cerimonie comunitarie, con le quali ci si abitua ad uno spirito critico e ad un confronto con il punto di vista degli altri, imparando a trarne consigli per il futuro.

Conquistata una tappa della propria progressione, il ragazzo/a solitamente riceve un apposito brevetto, firmato dal capo unità e/o dal capo gruppo, che attesta il superamento delle relative prove. È tradizione che i brevetti vengano consegnati in momenti formali in cui è presente tutta l’unità. Successivamente il ragazzo/a può cucire sull’uniforme il relativo distintivo che simboleggia il raggiungimento dell’obiettivo.

Tratto da: http://it.scoutwiki.org/Progressione_personale